Gigli

Fiori al risveglio – Gigli

Ancora una volta, come spesso negli ultimi giorni, vago nell’orto-giardino bagnato di pioggia notturna, seguendo i profumi come un cane da tartufo.

Nella bordura “più che mista” che corre lungo la recinzione, dopo aquilegie, trachelospermum jasminoides, digitale, rose Claire Austin, Graham Thomas, Sutter’s gold e Paul’s scarlet, svettano nell’angolo i gigli Stargazer, che ormai dopo una decina d’anni raggiungono la considerevole altezza di 1,5 m. Profumatissimi, se raccolti per un bouquet riempiono la casa con il loro aroma dolce. Basta avere l’accortezza di eliminare le antere, anche se molto decorative, altrimenti il polline macchierà ovunque.

gigli Stargazer

gigli Stargazer

Solitamente, li raccolgo pochi giorni prima del mio compleanno, che è a metà Luglio; quest’anno sono leggermente in anticipo, già a metà Giugno erano in fiore. Sarà stata la vampata di caldo africano? Finita la fioritura, taglio gli steli a metà altezza e lascio che secchino, prima che scompaiano per l’inverno. La primavera successiva spuntano con sempre maggior vigore.

 

Annunci

One thought on “Fiori al risveglio – Gigli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...