Alberi/Ginkgo biloba

Oro a Novembre: il Ginkgo biloba e come moltiplicarlo da seme

Come ogni anno a Novembre, nel mio giardino e girando per la città, si scorgono i ventagli dorati delle foglie del Ginkgo biloba, albero maestoso e affascinante. rami di ginkgoPianta imponente, può raggiungere i 30 metri di altezza, resiste a smog, freddo intenso, estate padana; non per niente è sulla Terra fin da prima del Mesozoico! In primavera i rami, innestati irregolarmente sul tronco grigio-bruno, si coprono di foglie verdi bilobate, dalla tipica forma a ventaglio. Ma è in autunno che il Ginkgo ci dona il suo spettacolo migliore: le sue foglie iniziano a cangiare dal bordo, rivestendosi poi interamente di colore oro brillante. In più, il colore autunnale è fedele negli anni, cioè non varia a seconda dell’esposizione e della temperatura: ad ogni autunno la magia dell’oro si ripete. Di argomenti a favore per decidere di crescere un Ginkgo nel nostro giardino ce ne sono! Ma attenzione, non è un esemplare da piccoli spazi. Se vi siete innamorati di questo magnifico albero, potete riprodurlo facilmente da seme, come ho fatto io 4 anni fa per portare questa meraviglia nel mio giardino. Nei parchi cittadini spesso si trovano esemplari di Ginkgo, basterà cercare a terra, alla base delle piante femminili (il Ginkgo infatti è una pianta dioica, cioè presenta esemplari maschili e femminili) gli involucri a sfera che contengono i semi. Non vi potete sbagliare, sentirete un odore sgradevole provenire dalle sfere, dovuto alla sostanza gelatinosa che riveste i semi: nessun problema, proteggendovi con dei guanti eviterete qualsiasi inconveniente. Semi di Ginkgo Estraete i semi dalle sfere gelatinose, aiutandovi con dell’acqua corrente. estrazione del seme del ginkgo semi estratti di Ginkgo Inserite i semi in cassette o vasi con terra di giardino mista a torba e un po’ di compost di foglie, circa 2 cm sotto la superficie, bagnate e lasciate i vasi all’esterno durante l’inverno, bagnando solo in caso di tempo secco prolungato. I semi devono sentire il gelo, altrimenti potrebbero non germinare. Ad Aprile vedrete i germogli, già carnosi e con la tipica forma a ventaglio, uscire dal terreno. Lasciate che crescano liberamente durante la primavera e l’estate e trasferite gli esemplari migliori a dimora l’inverno successivo. Già dal primo autunno potrete ammirare la splendida colorazione dorata!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...