Birdgarden

Birdgarden

Con l’arrivo delle temperature attorno allo zero, il giardino riposa, e con a disposizione solo qualche bacca, molti piccoli uccelli possono trovarsi in difficoltà per trovare cibo. Con il freddo inoltre aumenta la necessità, per i volatili, di mantenere la giusta temperatura corporea, e per far ciò devono ingerire molto più cibo che non nelle stagioni calde.

casetta uccellini

E’ ora quindi di preparare delle mangiatoie dove gli uccellini potranno fare “rifornimento”. Non serve avere un giardino, anche il balcone o il terrazzo possono diventare privilegiati punti di osservazione per le attività di pettirossi, merli e cianciallegre.

Io ho a disposizione una mangiatoia in legno dove preparo, a rotazione, semi di girasole, frutta secca, arachidi non salate e, quando nevica, tortine di margarina e semi vari. Ma possiamo anche fabbricare una mangiatoia con materiali comuni che troviamo in casa: ad esempio, una scatola dalle pareti basse dove disporre una miscela di semi, oppure una mezza arancia scavata da riempire con un impasto di margarina, frutta secca e semi, fatto indurire prima in frigorifero. Non c’è limite alla fantasia! Bisogna solo prestare attenzione a non usare legni trattati chimicamente, vernici tossiche o materiali troppo colorati che spaventerebbero gli uccelli. Facciamoci aiutare dai nostri bambini: è un’attività divertente ed educativa per i piccoli di casa.

Sporadicamente, al menu ideale composto da arachidi non salate, semi, frutta fresca e secca, si può aggiungere qualche variante come ad esempio il lardo. Evitare uova e pane.

Ecco la ricetta per la tortina, da utilizzare solo quando fa molto freddo e nevica:

Ingredienti: 100 grammi di margarina, 70 grammi di farina 00 o farina gialla, uva sultanina, semi misti, frutta secca a pezzetti, briciole di dolci.

Mescolare il tutto creando una palla, da lasciare a riposare in frigo. Quando l’impasto sarà solido, si potrà appendere come una pallina di Natale, oppure potrete usarlo per riempire una metà di guscio di noce di cocco, o una mezza arancia.

Posizionate la mangiatoia a partire da un metro e mezzo di altezza fino a tre metri, in un punto non distante da una finestra da cui potrete osservare i piccoli ospiti. Ricordate anche di posare una piccola ciotola con dell’acqua vicino alla mangiatoia.

Non resta che aspettare i primi commensali! Ricordate che se decidete di mettere la mangiatoia, dovrete continuare a rifornirla per tutto l’inverno, in quanto diventerà un punto di riferimento importante per gli uccellini: potrete toglierla all’arrivo della primavera, quando la disponibilità di cibo sarà maggiore.

Per approfondire e trovare le linee guida per rendere il vostro giardino o balcone bird-friendly, vi consiglio la lettura di “Birdgarden: il giardino naturale e i suoi ospiti”, scritto da Angela Zaffignani, giornalista, scrittrice e giardiniera:

A. Zaffignani,

A. Zaffignani, “Birdgarden: il giardino naturale e i suoi ospiti”, Ed. Mattioli 1885

Angela Zaffignani sarà presente all’incontro organizzato dall’associazioni VerDiSegni, mercoledì 17 dicembre alle ore 18.00 a Milano, presso la scuola di Viale d’Annunzio 15.

Per info: 335 302105 –  http://www.giardininviaggio.it.

Buona domenica!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...